Area Riservata
Menu principale
SEZIONI
ALTRE INIZIATIVE
SEGUICI SU:

banner

FAQ

Indice generale » Le forme giuridiche

Indice dei contenuti

Se sono da sola quale forma giuridica posso adottare?

Si ha una ditta individuale quando una persona fisica intraprende un’attività economica volta alla produzione e/o allo scambio di beni e servizi, organizza e coordina a tale scopo i fattori produttivi necessari (capitale e lavoro) , assumendo personalmente il rischio di tale attività.

Per iniziare l’attività è sufficiente aprire la partita IVA con il Modello AA9/9 ,reperibile anche sul sito www.agenziaentrate.it, ed iscriversi alla C.C.I.A.A. senza necessità di stipulare un atto notarile.

Presenta bassi costi di gestione; il bilancio non richiede particolari formalità di redazione e pubblicazione; ricorrendo determinate condizioni può essere gestita utilizzando una forma contabile semplificata .

Il reddito viene imputato al solo imprenditore, che può attribuirne una parte ai familiari in caso di esistenza di impresa familiare; l’imprenditore ha una responsabilità illimitata nella gestione dell’impresa quindi è direttamente soggetto ad eventuali procedure fallimentari.

Il reddito imponibile prodotto con questa forma giuridica è soggetto alla tassazione I.R.P.E.F. (Imposta sul Reddito Persone Fisiche) ad aliquote variabili in base agli scaglioni di reddito ed I.R.A.P. con aliquota del 3,9% (Imposta Regionale sulle Attività Produttive).

Altrimenti:
con il contratto di società a responsabilità limitata una o più persone conferiscono beni o servizi per l’esercizio in comune di un’attività economica allo scopo di dividerne gli utili. Per questo tipo di società è prevista la unipersonalità, vale a dire la costituzione ed il funzionamento della stessa con un unico socio proprietario di tutte le quote sociali.

La costituzione avviene mediante atto notarile, cui segue l’apertura della partita IVA con attribuzione del codice fiscale con il Modello AA7/9 e l’iscrizione alla C.C.I.A.A.

I costi di gestione sono decisamente più elevati rispetto alla ditta individuale; è obbligatoria l’adozione della contabilità ordinaria; il bilancio deve essere redatto secondo lo schema previsto dalla IV Direttiva CEE e deve essere depositato presso la C.C.I.A.A. (Registro Imprese).

Su

E se siamo in due persone?

Con il contratto di società due o più persone conferiscono beni o servizi per l’esercizio in comune di un’attività economica allo scopo di dividerne gli utili.

La costituzione avviene mediante atto notarile, cui segue l’apertura della partita IVA con attribuzione del codice fiscale con il Modello AA7/9 e l’iscrizione alla C.C.I.A.A.

Presenta normalmente costi di gestione più elevati ma ricorrendo certe condizioni è possibile anche per questa forma giuridica adottare una contabilità di tipo semplificato; il bilancio presenta generalmente una struttura più complessa ma non richiede l’obbligo della pubblicazione

Il reddito della società viene imputato e tassato in capo ai soci anche se non è stato distribuito; i soci sono illimitatamente responsabili fatta eccezione per i soci accomandanti delle S.a.s.
Di conseguenza i soci sono tenuti a versare l’imposta I.R.P.E.F. attraverso il proprio modello UNICO (dichiarazione dei redditi) in base alle aliquote viste in precedenza.
La Società è invece soggetta ad I.R.A.P.

Le Società di Persone sono di tre tipi : Società Semplice (S.s.), Società in Nome Collettivo (S.n.c.), Società in Accomandita Semplice (S.a.s.) :

-La S.s. può svolgere solo attività non commerciali (ad esempio agricola o professionale in forma associata) ; l’atto costitutivo non è soggetto a forme speciali mentre è obbligatoria l’iscrizione alla C.C.I.A.A. in una sezione speciale; tutti i soci rispondono solidalmente ed illimitatamente per le obbligazioni sociali; i creditori sociali sono liberi di aggredire tanto il patrimonio della società quanto quello dei soci.
-La S.n.c. deve essere costituita mediante atto notarile o scrittura privata autenticata; agisce sotto una ragione sociale costituita dal nome di uno o più soci con l’indicazione del rapporto sociale e può esercitare sia attività commerciali che non commerciali; i soci rispondono solidalmente ed illimitatamente per le obbligazioni sociali; i creditori sociali possono far valere i loro diritti sui beni della società, una volta escusso il patrimonio sociale possono agire direttamente nei confronti dei soci; nessun socio, salvo deroga espressa, può svolgere per conto proprio o altrui né come socio illimitatamente responsabile di altra società, un’attività concorrente con quella della S.n.c. di cui fa parte.
-La S.a.s. richiede la costituzione con atto pubblico o scrittura privata autenticata; esistono due categorie di soci, gli accomandatari che rispondono solidalmente ed illimitatamente per le obbligazioni sociali e gli accomandanti che rispondono solo fino a concorrenza della quota di capitale sottoscritta; agisce sotto una ragione sociale costituita dal nome di almeno uno dei soci accomandatari; i soci accomandanti non possono compiere atti di amministrazione né trattare o concludere affari in nome della società se non in forza di procura speciale e per singoli affari, pena la perdita della responsabilità limitata; il divieto di concorrenza di cui si è detto in precedenza per la S.n.c. vale solo per i soci accomandatari.

Su

Cosa significa srl?

Con il contratto di società a responsabilità limitata una o più persone conferiscono beni o servizi per l’esercizio in comune di un’attività economica allo scopo di dividerne gli utili. Per questo tipo di società è prevista la unipersonalità, vale a dire la costituzione ed il funzionamento della stessa con un unico socio proprietario di tutte le quote sociali.

La costituzione avviene mediante atto notarile , cui segue l’apertura della partita IVA con attribuzione del codice fiscale con il Modello AA7/9 e l’iscrizione alla C.C.I.A.A.

I costi di gestione sono decisamente più elevati rispetto alle società di persone; è obbligatoria l’adozione della contabilità ordinaria; il bilancio deve essere redatto secondo lo schema previsto dalla IV Direttiva CEE e deve essere depositato presso la C.C.I.A.A. (Registro Imprese) .

Il reddito della società viene tassato in capo alla stessa che poi provvederà a distribuire l’utile netto al socio unico od ai soci in proporzione delle rispettive quote sociali; a partire dall’esercizio 2004 è possibile, ricorrendo particolari condizioni, optare per la cosiddetta “tassazione per trasparenza”, vale a dire imputare il reddito in capo ai soci come nelle società di persone.
Le Società di capitali sono assoggettate ad I.R.A.P con aliquota del 3,9 %. e ad I.R.E.S. (Imposta sul Reddito delle Società) con l’aliquota del 27,5%
In caso di “tassazione per trasparenza” la Società è soggetta solamente ad I.R.A.P. mentre i soci devono dichiarare la propria quota di reddito di impresa nel modello UNICO e pagare l’I.R.E.

La società deve essere costituita con un capitale sociale minimo di €. 10.000,00 che deve risultare interamente versato in caso di socio unico, oppure versato nella misura del 25% negli altri casi; i soci sono limitatamente responsabili delle obbligazioni sociali ed i creditori sociali possono aggredire solo il patrimonio della società .

Da pochi anni anche tale tipo di società, ricorrendone i requisiti, può essere iscritta all’Albo delle imprese Artigiane; può svolgere solo attività commerciale di impresa.

Su

[ Indice ]

footer